Foto di olivi del Campino, potatura. E a se stessi

Olivo potatoBianco e verdeCuccioloOlivastriFuoco puroFumo e gattaTappeto biancoA se stessiSucchioniSucchioni come ramiBordo del CampinoOleandri potati

Come si vede, con i limiti del tempo vivo e della stagione procedono le operazioni di potatura.

Le piante quest’anno hanno bisogno di una lieve ridimensionata, il legname è nuovo, non occorre una potatura eccessiva, faranno molte olive se la stagione è propizia.

L’olivo è una coltura difficile ed estrema da queste parti, si dovesse stare alla realtà dei numeri crudi, si vedrebbe lo spettacolo di varie foto che ho inserito con piante lasciate a se stesse, che diventano un labirinto di vegetazione improduttiva e brutta a vedersi,oppure rimarrebbero testimonianza abbellitiva nelle case coloniche trasformate in ville, ma per fortuna non tutti si fanno condizionare dai numeri e si continua a credere nella qualità e nelle cose che si fanno.

Nelle foto ci sono olivi lasciati a se stessi da due anni e da tre, sono una informe macchia, anche se questa volta saranno rimessi a posto ( e ci credo poco) non saranno produttivi fino al prossimo anno, quando la pianta si sarà rivestita di nuovo legname.

E’ un brutto colpo per chi crede e vede la campagna in un certo modo, ed è uno spettacolo quello dell’abbandono degli olivi in continua evoluzione.

Credo che finchè avrò fiato in corpo, il Campino non raggiungerà mai il livello dell’abbandono, io ci credo.

Questa voce è stata pubblicata in campino e olio, fotografie. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Foto di olivi del Campino, potatura. E a se stessi

  1. Lupita ha detto:

    certo che non sara’ mai in abbandono andrea – sei tu e per quello che si capisce di te da questo blog non sei certo il tipo che lascia le cose in stato di abbandono

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    Vedrai le foto a breve di come ho tagliato i capelli ad una oliveta che ho appena preso e che fra pochi mesi si riempirà di verde e nuova vita.

  3. germano ha detto:

    salve andrea ho visto la foto delle tue olive e ho notato il terreno pieno di sassi anche io in linea di massima mi trovo con quel terreno e per di piu’ in dislivello come lo tieni pulito

  4. Andrea Pagliantini ha detto:

    Salve Germano,
    nei prossimi giorni inserisco nuove foto sulla situazione attuale delle olive e con un originale sistema per battere la mosca olearia.
    Per i sassi, non mi lamento, il campo più difficoltoso l’ho ripulito manualmente dopo varie arature fatte con un estirpatore Nardi.
    Diventava persino difficile camminarci, tanti ce ne erano.
    Ora è un altro piccolo gioiellino, ma presto ne vedrai le foto e la bellezza di ogni singolo terreno se hai voglia di vederle.

  5. monica ha detto:

    Mi piace vedere come curi la tua terra…solo un piacere…stai attento ai fuochi, sono reperibile per gli incendi boschivi e non vorrei fare lavori extra 🙂

  6. Andrea Pagliantini ha detto:

    Monica,
    vedrai la bellezza dei posti che andrò a mettere a breve sul blog.
    Mi ci stronco, mi ci ammazzo, ci concentro i mei sogni e penso per forza di cose che la malasorte prima o poi se ne filerà via.
    Tranquilla, che brucio in epoche in cui non c’è pericolo, (queste foto come vedi sono de lontano marzo) e spero non vieni disturbata per il tuo essere pompiera dei boschi, causa soliti imbecilli.

  7. monica ha detto:

    non vedo l’ora di trovare le foto, si vede he ci metti tanto amore…si vede in tutte le foto e sei da ammirare per questo, come sarebbero da mettere ad arrostire gli imbecilli che per divertimento mettono a rischio la vita di tanta gente

  8. Andrea Pagliantini ha detto:

    E non solo. Animali, piante, vita.
    A proposito di imbecilli, hai notizie di un Testa Pelata?

  9. monica ha detto:

    niente notizie, tra i tanti imbecilli incontrati in vita mia lui me lo sono sgabellata

  10. Andrea Pagliantini ha detto:

    Considerati parecchio fortunata, questo non lo batte nessuno nella sua dote immonda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...