Il partito del cemento – Ferruccio Sansa e Marco Preve

cemento.jpg

Ai primi di luglio, è uscito “Il partito del cemento” libro di Ferruccio Sansa e di Marco Preve che è il caso di dire sia una mattonata per le coscienze e un rovina vacanze per disgusto se letto sotto un ombrellone.

La dimostrazione di una invisibile linea di demarcazione che c’è fra destra e sinistra (qui si parla di Liguria) quando c’è da rovinare paesaggio e territorio e completarlo di colate di cemento che producono ottime colate di piccioli freschi e profumati.

Quando si vedono in televisione onorevoli scotennarsi con la bava alla bocca e urlare fra chi è il più meglio e con le idee più sane, penso che sia solo un copione imparato a memoria e rifilato a noi pubblico fesso che assistiamo e crediamo come beoni.

Adesso nero su bianco, ve ne è una nuova dimostrazione.

Provate a vedere quali intrecci ci sono fra banche, politica, gerarchie ecclesiastiche, costruttori e immaginiamo quanto siamo fessi noi gente normale che vota e si fa disintegrare il nostro territorio e le nostre storie.

Anche nel Chianti, per stare ai miei luoghi, la situazione non è molto allegra, è un luogo nel quale spostare un mattone mette in moto meccanismi che fanno girare barcate di Euro. Basta guardarsi un pò in giro per vedere l’assalto dei nuovi barbari a cui tutto, chissà come mai è permesso, comprese licenze veloci.

Comprate e leggete questo libro, ci sono dentro la storia e le miserie di questo paese.

“Il partito del cemento”

edito da Chiare Lettere

pagine 320

prezzo € 14.60

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in libri. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il partito del cemento – Ferruccio Sansa e Marco Preve

  1. babeuf72 ha detto:

    dalle mie parti si dice “se gira il mattone girano i soldi..perche il mattone fa girare tutto e tutti”..
    ed è una regola che da sempre ha unito l’italia..dove con scempi irreperabili come giu.. altrove trasformando in oro il cemento..ovunque blindando storie e territori..
    piu cemento cola, piu soldi girano, piu clientele si ingrassano, piu i mattoni diventano voti…a destra e a sinistra

  2. Claudio ha detto:

    Io non capisco una cosa, ci sono una marea di case sfitte, chiuse, abbandonate alla distruzione e si continua a costruire ….. girando per strada giornalmente vedo edifici abbandonati e diroccati che addirittura rendono brutto il paesaggio attorno.
    Ogni volta che ho davanti queste scene mi domando ma perchè non ristrutturano questi edifici e li vendono a delle nuove famiglie rendendo anche piu’ elegante l’area intorno?

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    Si Claudio, il tuo è un bel quesito, credo tutto questo abba un nome: speculazione e va al di là di quanto sarebbe giusto e lecito fare con le case ed i palazzi che si degradano e che fanno tanta tristezza.

  4. Marco Angiolini ha detto:

    Sulla provincia di Siena sta scendendo una colata di cemento seza pari e senza la minima qualità! Si costruisce tanto, a caso, e male! Stanno rovinando un territorio che l’uomo ha generato nei secoli, unico e senza pari! La stupidità, l’avidità di questa gente mi fa più male di qulsiasi percossa!

  5. Andrea Pagliantini ha detto:

    Sono d’accordo con te, Marco.
    Si è passati dallo stato di abbandono degli anni sessanta, al meritorio ripristino di antichi casali e strutture che sarebbero andate perse e compromesse.
    Adesso siamo nel pieno della fase speculativa e tanti vincoli che dovrebbero esserci a riguardo, ci sono, ma non per tutti.
    I nostri comuni della provincia hanno il cemento facile e non sanno quanto sono miopi in questa loro scelta.
    Non andrò a votare per le elezioni locali, se vogliono fare quello che vogliono, almeno, non mi renderanno loro complice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...