Allora spengiamo le stelle!

pannelli-solari.jpgcasina che sembra cimiterocasina che sembra cimitero

Una volta si vedevano dei puntini luminosi isolati che stavano a significare che lì’ c’era una casa.

Adesso con le attuali luminarie, guardando da lontano, dove c’è una piccola casa sembra ci sia un paese, dove c’è una casa più grande sembra ci sia un quartiere, dove c’è un paese, pare ci sia una città.

Tutto questo non è bello a vedersi, specie quando strade intere sono illuminate a giorno, piscine private o di alberghi, (chiusi nel periodo invernale) sono una fonte di luce azzurra che si alza nella notte, piccole casa di campagna con la strada che acceca neanche fosse una pista di aereoporto.

E’ un triste vedere perchè certifica solo quanto siamo piccoli e presi dal nostro voler apparire o dimostrare al mondo quanto si ha lungo.

Sempre, ma specie adesso in un periodo di crisi fradicia gli sprechi, le esagerazioni andrebbero contenute e limitate in virtù di energia che ha un costo e in virtù del fatto che come paese importiamo caramente la luce o le materie per produrla dall’estero.

Anche i comuni dovrebbero dire la loro e dare una regola al buongusto e al panorama, che in fin dei conti, in luoghi di turismo è pur sempre una merce che si vende.

Che senso ha rendere chiara la notte, che senso ha perdere anche il gusto di vedere le stelle?

Questa voce è stata pubblicata in Povera Italia. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Allora spengiamo le stelle!

  1. anna maria cuneo ha detto:

    Ci trovi super d’accordo
    L’uso inutile dell’elettricita’ e’ uno spreco ed un costo non solo per la ….POVERA ITALIA ma per tutto il globo

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    Per quanto mi riguarda nell’uso sconsiderato della luminosità, per me rientra anche prepotentemente una questione di buongusto ed educazione.

  3. Maicol ha detto:

    Provo una tristezza profonda nel vedere cosa sono diventate le nostre povere case coloniche ognuna con la sua immancabile piscina, con le sue luminarie da presepe, i suoi cancelli (quando mai le case delle noste campagne hanno avuto i cancelli????). C’è una incapacità profonda di vivere un rapporto vero con la nostra tradizione e il nostro passato e questa ha fatto sì i nostri luoghi si trasformassero solo in “luoghi comuni”.
    Riusciremo mai a riveder le stelle?
    P.S. riguardo al rapporto che intratteniamo con il nostro passato c’è un bell’articolo di Igor Vazzaz nell’ultimo numero di Porthos.

  4. Filippo Cintolesi ha detto:

    Non proprio “ognuna”, Maicol, non proprio ognuna. Si tratta di incapacita’ di vivere un rapporto vero con la nostra tradizione e il nostro passato? O si tratta di assoluto disinteresse verso tale tradizione e tale passato? Chi dovrebbe sentire un legame con quel passato? Chi siamo “noi”? Vado a leggermi l’articolo che citi.

  5. Andrea Pagliantini ha detto:

    @ Maicol,
    ma chi deve salvaguardare le case coloniche e le nostre tradizioni il primo americano privo di storia che capita da queste parti o le amministrazioni comunali che per vari motivi permettono questi scempi?
    C’èun regolamento che prevede che non possano essere toccate piante o strutture che ricordano il passato e allora, per stare sul pratico ti dico che gelsi, cipressi, olivi, sono stati tagliati per fare posto ad una piscina olimpica.
    E non basta, un forno, un antico forno di casa colonica è stato raso al suolo per far posto alla camera degli ospiti con tettoia davanti.
    lo vedi che poi il male sta nel luogo e non solo in chi arriva e devasta?
    Le autorizzazioni, sempre ammesso ci siano, non le danno gente del luogo che dovrebbe averne cura e preservarlo da mire holliwoddiane?
    Piscine, luminarie, cancelloni di ferro, giardini all’inglese con grande sperpero di acqua, fontanine, mica nascono per caso!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...