Supercazzola a Monticchiello – Controcorrente di Capric

Sceanario 1: in uno spezzone del film Amici miei – Atto II, il Perozzi (interpretato da Philippe Noiret) ha una discussione con la moglie (Angela Goodwin), appena rientrato in casa dal lavoro (e dopo una “breve sosta” dall’amante). La discussione si svolge più o meno così:

Moglie: Ho chiamato al lavoro e mi hanno detto che sei uscito alle 3. Sono le 7. Dove sei stato fino ad ora?

Perozzi: Ti sbagli, cara. Sono le 7 meno un quarto.

Moglie: Sono le sette.

Perozzi: No, no. Manca ancora un quarto d’ora.

Moglie: Ti dico che sono le sette.

Perozzi: Vabbè, non vorremo mica fare una tragedia per un quarto d’ora!

——–

Scenario 2: a Monticchiello – in Toscana – borgo medievale che guarda la Val d’Orcia, è stato dato ilvia libera alla costruzione dei lotti mancanti di un ecomostro che va a deturpare un panorama unico nel suo genere. Il progetto originario prevedeva 86 appartamenti, ed era stato bloccato nel 2007 quando all’ultimazione dell’ecomostro mancavano 3 villette (per 18 appartamenti).

Le parole di un assessore della Regione Toscana sono state: “Credo che sarebbe ingeneroso montare un nuovo caso Monticchiello per tre villette”.

Ecco, appunto, come diceva Noiret: non vorremo mica fare una tragedia per un quarto d’ora?

Questa voce è stata pubblicata in Controcorrente di Capric. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Supercazzola a Monticchiello – Controcorrente di Capric

  1. anna maria ha detto:

    NON CI POSSO CREDERE!!!

    Anna Maria

  2. Capric ha detto:

    E’ tutto vero. Purtroppo

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    La prossima volta c’è da votare per la regione, facciamola anche noi la supercazzola, vedrete che la malattia del cemento poi gli passa……

  4. Giulio ha detto:

    …e ci faresti andare altre fazioni che si comporterebbero in maniera altrettanto disinvolta in Regione? No sono d’accordo…resta il fatto che io ho vissuto vedendo in prima persona le prime fasi dell'”opera”…ed era una tristezza, un cazzoto nella bocca dello stomaco. Ora è un pò che non vado da quelle parti…e credo che la situazione non sia certo mogliorata.

  5. Andrea Pagliantini ha detto:

    Fazioni opposte anche peggio e grande tristezza, però converrai che prima di rendersi “complici” di questo scempio, uno ci pensa e bene.

  6. Capric ha detto:

    La tristezza delle tristezze è che in Regione ora ci stanno quelli che – in teoria – dovrebbero stare dalla parte dei più deboli e che rivendicano una certa superiorità morale. Ma non mi sembra che stiano deturpando l’ennesimo territorio per costruire alloggi popolari, bensì (aggravante) delle villette. Che fare? Provare con l’altra “fazione”? Si potrebbe provare. Però io quando penso a quell’altra fazione mi viene sempre in mente quell’omino lì… e non ce la faccio!

  7. Andrea Pagliantini ha detto:

    E’ questo che non digerisco.
    Stravolgono tutto per il superfluo e la speculazione.
    Questo territorio è troppo preso di mira da affaristi senza scrupoli che comprano, barattano e vendono, oppure arrivano, dilaniano, raddoppiano, ripartono e ripuliscono le vesti.
    E nessuno si accorge di questo fenomeno?
    C’è pace, tranquillità, la gente si fa i cazzi propri (non sulle cose normali ovviamente, solo su quelle che si dovrebbero vedere) c’è ricchezza, corsie preferenziali per soliti noti e qui non conta nulla la colorazione e connotazione politica, ve lo assicuro.
    Anzi a dirla tutta in Regione si sono anche opposti al nuovo condono edilizio proposto dal solito omino, i tutori del paesaggio :-).
    La Toscana, ma soprattutto la provincia di Siena sono state prese di mira da gruppi affaristico cementatori…… le prove?
    L’aereoporto di Ampugnano, le villette di Monticchiello e Casole d’Elsa, gli articoli di Forbes sul Chianti per attirare capitali da succhiare ad americani ricconi, i premi di certa stampa USA alla solita azienda brunellesca saldamente in mano USA,i riconoscimenti di Wine Spectator all’immobilismo dell’ Enoteca Italiana di Siena……. la troppa tranquillità e ricchezza che ci sono sul territorio che mi lasciano troppi pensieri funesti e che forse sono il solo a vederli o percepirli.
    Per finire, qui non c’entra la politica, c’entrano gli affari. Questo vorrei fosse molto chiaro a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...