L’uva colore del mare

“Uno degli errori più gravi e più comuni in cui oggi incorrono molti consumatori di vino è di credere che un certo vino, riconoscibile al nome e all’etichetta, debba essere sempre uguale a se stesso, e sempre buono se una volta è stato trovato buono: di chiedere, dunque, al commerciante un vino che risponda a requisiti di “continuità”. L’errore deriva senza dubbio da un inconscio adeguarsi alla produzione indistriale di tanti altri beni di consumo”.

Mario Soldati, tratto dal libro Vino al vino.


Immagini di Sangiovese/Canaiolo a luglio; situazione tranquilla…..prima di ottobre maturerà di certo.

Scusate, dovrei dire “invaierà”, molto più schicche per tenere inginocchiata la gente come in una liturgia sacra mentre i parrucconi del vino frutto, ne parlano.

Niente a che spartire con Mario Soldati per la grazia con cui ne parlava e la possibilità di assaggiare vini veramente diversi fra loro.

Adesso, ovunque, sembrano fatti con lo stesso calco. O sbaglio?

Questa voce è stata pubblicata in fare vino, fotografie 2009. Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’uva colore del mare

  1. Capric ha detto:

    L’omologazione dei prodotti è percepita come un valore aggiunto. Guarda al supermercato: le mele sono tutte uguali, tutte lucide, non hanno nè un difetto, nè un bitorzolino. Poi magari hanno lo stesso sapore delle pere, delle albicocche o delle pesche. Ma questo è un altro discorso…

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    L’omologazione dei prodotti è una grande cazzata.
    Si perdono sapori, profumi di frutta che non sà più di niente, ma è bella a vedersi.
    Lo stesso vale per il vino e le sue mode.
    Nero come l’inchiostro, denso di gomma arabica, tannini “lunghi e morbidi” gettati dentro all’imbottigliamento, infusione di legno……… e poi riempiono di segate la testa ai consumatori.
    Il vino integro…… non si usa lo zolfo…… uva intera e sana….. raccolta integra in cassette….. selezione manuale…… non mettiamo solforosa, non filtriamo.
    Cisterne di notte…….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...