Sassi,Pietre e Mosca Olearia

“Nel Chianti o trovi un sasso o trovi un coglione”.

Vecchio modo di dire che illustra la conformità scheletrica del suolo e il carattere di persone buone e di cuore degli indigeni.

Questo una volta, adesso fra locali e d’importazione, a coglioni siamo messi male e invece vengono trombate sempre nuove leve nane  per il futuro.

A chi si comporta  secondo coscienza, tirano pietre, ai monumenti storici cui ognuno dovrebbe essere legato da bretelle affettive, qualche essere immondo, arriva perfino a rubarne i sassi.

La Mosca Olearia intanto è in situazione deficiente e non rappresenta pericolo, il bollettino dell’Arsia dà  una infestazione pressochè inesistente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in fotografie 2009, saggezza popolare. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Sassi,Pietre e Mosca Olearia

  1. vita ha detto:

    questi sassi sono bellissimi e naturali senza la mano dell’uomo!

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    Sei sicura?
    Un cumulo di sassi presente fra le foto è oggetto di cure del Tribunale di Siena 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...