Il cane e l’uva

C’erano rimasti tre grappoli di colorino che parevano fatti apposta per finire appassiti  per il Vinsanto.

Lego Alessandra vado in cerca di una busta, trovo la busta e non più l’uva  pappata da quella maialotta, quindi addio a una tonalità più scura nel Vinsanto.

Aveva una lingua nera pareva avesse bevuto un vino fatto dal luminare che abbraccia i serbatori d’uva vuoti!!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Alessandra, fare vino, fotografie 2009. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il cane e l’uva

  1. Ambra ha detto:

    niente male!!! Ambra

  2. LALLERO ha detto:

    alla fattoressa non la si fa!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...