Le codine di Testa Pelata

Con l’approssimarsi delle denunce dei redditi “migliaia” di contribuenti si assiepano davanti all’uscio  del Testa Pelata per farsi fare da colui che è un mago della finanza un modello 740 psichedellico e imprevedibile.

Se fra un miliardo di 740 che potrebbe compilare ne indovina uno giusto, è per sbaglio e non per merito.

Impresa impossibile dato che tutto erra per incompetenza, mentre una sola dichiarazione erra per furbizia: la sua.

Infatti è un emerito (deficiente)  evasore  di tintinnini raggranellati nei modi più bottinai.

Questa voce è stata pubblicata in Storie di Testa Pelata. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Le codine di Testa Pelata

  1. Ci ha detto:

    Testa Pelata baciato nella zucca da Biancaneve è da premio Oscar 🙂

  2. Liz ha detto:

    Forse quella gente non è a fare la fila per la dichiarazione dei redditi, ma per riempirlo di cazzotti per le precedenti.

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    Quella non è Biancaneve, ma un ufficiale della Guardia di Finanza in incognito, mentre Liz ha inquadrato meglio la situazione che si presenta.
    Impossibile ci sia tutta quella gente fuori dell’ufficio del Testa Pelata per fare la denuncia dei redditi.
    E’ pluasibile però si tratti o di gente truffata o di passate dichiarazioni completamente sbagliate e vogliono riempirgli la zucca di meritati nocchini.
    Però senza esagerare, un lombrico del genere è patrimonio e attrattiva del luogo, fra un pò arriveranno pulman e comitive per ammirarlo e dire………… Io ho visto Testa Pelata: fa proprio schifo.

  4. Ric ha detto:

    Chi semina vento raccoglie tempesta, la farina del diavolo va tutta in crusca…..
    il Testa Pelata non farà eccezione nel ricevere il male seminato e presto sarò messo in pigiama a righe atto a non fare più male al prossimo.
    Fidatevi.

  5. gielle ha detto:

    E’ l’agnello sacrificale per salvare anime anche più ingorde e lercie della sua.
    Il popolo godrà, mentre altri quelli furbi faranno quello che hanno sempre fatto.

  6. Andrea Pagliantini ha detto:

    Non lo mettete in pigiama a righe piccinino, già si crede vittima di una congiura, se poi la mettete insieme al conte di Montecristo, si sentirà un martire come Craxi.
    Mi ha fatto male infinitamente, ma non voglio vendette nè i suoi schifosissimi soldi.
    Quando lo incrocio ed inizia a scatellare la testa in infiniti tremiti e tic iper-nervosi, io sono già abbondantemente rimborsato.
    Gli dò persino un bacino nella cavolella pelata vuota che si ritrova 🙂 se si ferma un decimo di secondo quando lo incrocio, peccato faccia finta di dimenticarsi sempre qualcosa e fili via nella direzione opposta come Speedy Gonzales.
    Fà schiantare dal ridere, non avesse l’età che ha, non pensasse di essere un genio della finanza.

  7. Gian Paolo ha detto:

    non conosco la storia, però solo per il video di clint meriti l’oscar.grande. ciao GP
    P.S.mi spieghi come mai quando leggo i tuoi commenti vengo mi viene fuori un accento Toscano ( in testa…)i poteri segreti di internet. ciao e buona notte GP

  8. Andrea Pagliantini ha detto:

    @ Gianpaolo
    è una storia llunga questa, che parte da lontano e durerà come l’Odissea di Ulisse, con la differenza che li Ulisse ritrovava casa dopo dieci anni, qui il Testa Pelata troverà il ruolo che gli compete: otto ore di zappa.
    Inutile stare a ripercorrere la storia da lontano, sappi solo che il soggetto in questione è essere carico di veleno ed avidità, alimentata soprattutto dall’essere stato procuratore “legale” dell’azienda dei signori Howard e Marion, ricconissimi danarosi e poco attenti a chi si sono messi intorno.
    Il Testa Pelata lì estromise l’unico ostacolo alla sua disonestà, poi praterie libere per rubare con il risultato, a novembre 2009 di farsi cacciare dai signori Howard e Marion perchè rubacchiava un pò troppo.
    Ora si sente un persguitato, a fronte anche di altre porcherie perpetuate ai danni del prossimo………….. il soggetto a me, a suo tempo, bastonò ben bene, ma non porto rancore.
    Adesso è n crisi profonda in pazzia dilagante, i tic, gli sguardi di quando mi vede, mi ripagano di tutti i torti subiti, i soldi persi, i contributi previdenziali non versati.
    Mi ci diverto troppo per pretendere dei soldi da quel delinquente.

  9. Steno ha detto:

    Ma il Biondo, non era il suo amico del cuore, colui con il quale orinava dallo stesso buco?
    L’essere caduto in disgrazia ha rotto l’unione siamese fra i due?
    Sentito dire che sono in guerra fra loro 🙂
    Magistrale il video de Il buono, il brutto, il cattivo…………… azzeccatissimo

  10. Andrea Pagliantini ha detto:

    Il Biondo e il Pelato, ruoli diversi, un unico obbiettivo: dissanguare il prossimo.
    Uno trombato dai signori Howard e Marion e casini altri e vari, l’altro in lizza per dei grossi abusi edilizi.
    Stesso cuore arido e grande appetito, ma il Biondo cerca distanza e passare per verginello illibato……. ne ha di immaginazione e inventiva 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...