Benvenuto Brunello 2010

Annata scorbutica il 2005 ma almeno con i colori passionali rubini del Sangiovese penetrabile nel bicchiere.

Pochi giri di parole sui vini che hanno colpito.

Le Chiuse di Sotto  con Brunello e una Riserva 2004 strofinata di velluto, il Colle minerale, aranciato in odore e prezioso, il sempre ottimo Caparzo, Lisini, Innocenti, non male il 2005 di Banfi…

Poi nella piacevole Enoteca Osticcio erano in degustazione altri vini con il notevole Fonterenza delle sorelle Padovani.

E  un vino biodinamico ossidatissimo odor vinsanto  che non mi è piaciuto per niente ma di cui non ricordo il nome.

Importante  dire  senza fare il vescovo doroteo, che vista la mole di aziende e vini presenti il mio è un punto di vista parecchio parziale sulla realtà e sul valore delle forze in campo dato che più di dieci quindici vini proprio non riesco ad assaggiarli senza  sentirli tutti uguali ed in più non sono certo Veronelli.

Per informazioni complete su Benvenuto Brunello meglio se andate sui blog di Franco Ziliani Roberto Giuliani e Intravino.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in degustazioni, Fotografie 2010. Contrassegna il permalink.

19 risposte a Benvenuto Brunello 2010

  1. Capric ha detto:

    C’ho sformato parecchio a constatare che le torri erano più alte di me! 🙂

  2. vita ha detto:

    sono contenta che tu abbia messo le foto della FATTORIA IL COLLE!…. prossimamente saranno vestite da me e quindi oltre ad un ottimo vino spero che avranno anche un ottima etichetta! all’osteria l’osticcio siamo stati proprio bene e i proprietari sono veramente carini con la brigata Brancaleone!
    bisogna inventarsi un’altra Anteprima, così si degusta, si ride, si fanno tanti vestitini e dulcis in fundu un bella cena ( per modo di dire)…..

  3. desian ha detto:

    Non per rompere sempre il paniere con le uova dentro: ma dove son finite le frodi denunciate, anche da te, pochi mesi fa? Cosa dobbiamo credere di avere, nel bicchiere?! E, arriverà mica lo stesso scandalo anche dentro le bottiglie di Chianti, prodotte in miliardi di miliardi di pezzi…….
    Finisco in bellezza, però: adoro il Brunello quindi sono coglione?

  4. Andrea Pagliantini ha detto:

    @ Capric
    tanto buristo e rigatino e le sorpassi 🙂

    @ Vita
    superba notizia la triade te, Maestro, vino del Colle, sono felicissimo perchè siete belli, buoni e saggi.

    @ Desian
    Le frodi sono sempre per aria e spero non ci siano condoni che tengono per chi ha fatto il furbo negli anni passati.
    Qui adesso colori e sapori cominciano ad essere giusti, infatti l’annata 2005 non è favolosa dappertutto, ama il Brunello, non sei per niente coglione.
    Il Chianti è un casino, c’è in giro della roba abominevole come delle perle, nel Classico altra aria, abominevole niente ma americano tanto e parecchio.

  5. Francesco ha detto:

    Andrea, hai sentito per caso Ventolaio e Gorelli? se si, che ne pensi? il 2003 e 2004 non erano niente male, anzi. E Mastrojanni?
    ciao
    Francesco

  6. gian paolo ha detto:

    Per il mio modesto parere Mastrojanni è sempre stato grande ,ma a quanto sò è stata venduta anche se mi dicono che i ragazzi che ci lavorano sono sempre quelli…al vinitaly controllerò e berrò.ciao gp

  7. Francesco ha detto:

    Si,è passata al gruppo illy, quelli del caffè,c’era sul sole 24 ore, ma sembra che non abbino cambiato nulla.

  8. Andrea Pagliantini ha detto:

    Non ho assaggiato grandi quantità, in un posto del genere trovi gente e ti metti a parlare ed è anche un bene perchè sennò con quella mole di espositori c’è da farcisi male.
    Mi segno tutti i nomi possibili per le prossime occasioni.

  9. Stefania ha detto:

    @ Vita, l’Armata Brancaleone, si potrebbe riunire giovedì 8 aprile per il Vinitaly, che dici?

  10. Andrea Pagliantini ha detto:

    Che lei è della partita, lo si da per certo.

  11. vita ha detto:

    o Andrea mi domandavo! ma per fà il Brunello un ci vole 5 anni?
    e solo due anni che è iniziato il putiferio sul Sangiovese in purezza! e già ci sono aziende con vini cambiati e immacolati! ma come funziona il discorso?

    per il Vinitaly ci si metterà d’accordo!

  12. Andrea Pagliantini ha detto:

    Può funzionare in tanti modi ed è meglio non li dica qua sopra per non scatenare un putiferio.
    Stavolta il vino dell’anteprima era fedele all’annata in colore e spigolosità, facciamo finta si riparta da adesso e speriamo che la lezione sia bastata.
    Fermo restando che la magistratura faccia il suo dovere e non prescriva come con il valoroso Avvocatone Mills graziato in queste ore.

  13. VignereiMaNonPosso ha detto:

    ed ecco ….lo sapevo che poi la piazzavi la foto
    Bello essere li come inviata di Intravino, mi fa sentir più libera
    Due cose sull’Osticcio: il posto bello però porca quanto sono cari!!!
    Su Fonterenza, a me loro stanno assai simpatiche però il vino a questo giro mica mi è piaciuto tanto. Per me i migliori – in enoteca – Costanti e Salvioni, poi anche Salicutti, anche se ha un finale un po’ corto. Delusa da Campalto, troppo legno. Bella scoperta Querce Bettina, pare nuova azienda che spero tenga alle premesse
    sotto al tendone, contenta di aver riassaggiato un grande Brunelli.

  14. Andrea Pagliantini ha detto:

    Francesca,
    figurati se nel post Brunello non inserivo l’unica cosa bella e mora rimasta a Montalcino dopo la riconversione a rubino.
    Io non ci riesco ad assaggiare una gran mole di vino in queste occasioni, ma fra i comuni in assaggio l’ottimo Brunelli e il piaciuto Fonterenza per le sue note ostiche e schiette.
    Gli altri assaggiati anni fa o mai versati, me li segno e appena posso mi tufo nel bicchiere.
    Trovami qualcosa di non caro a Montalcino…………..

  15. VignereiMaNonPosso ha detto:

    Be’ in effetti vedere porsche e ferrari in un borgo rurale……

  16. Filippo Cintolesi ha detto:

    Non avrei comunque mai definito Montalcino un “borgo rurale”. A proposito di “borghi”…

  17. VignereiMaNonPosso ha detto:

    manco io filippo, è scritto sulla cartella stampa però

  18. Andrea Pagliantini ha detto:

    Anche li questa benedetta crisi non potrà far altro che del bene.
    Ma sono uno scettico nato e non credo che crisi e bastonate in genere siano il viatico per un mondo nuovo.
    La gente ha poca memoria.

  19. Filippo Cintolesi ha detto:

    Sulla “cartella stampa”? E chi l’ha redatta la cartella stampa? Segno che da tempo ormai Montalcino e’ stata espugnata da genti straniere senza misura e senza senno: a che pro scrivere “citta’ di Montalcino” sul cartello stradale d’ingresso in paese (questo secondo me Montalcino e’, era e sara’: non un borgo rurale ne’ una citta’, bensi’ un paese, o tutt’al piu’ una cittadina) se poi ci si deve definire “borgo rurale”? Sara’ per lo stesso motivo per cui e’ tutto un fiorire di borgo di qua e borgo di la’, localita’ sempre state note con un nome diventano Borgo la tal localita’, forse per sottolineare che sono state comprate in blocco da un unico acquirente.. o forse per poter sperare di essere tutti borghesi. Puah!
    L’unico motivo, cara Vignerei(ma sei sicura che davvero non puoi?), per cui ti ho fatto le pulci al borgo rurale, e’ perche’ Montalcino ha nel cuore mio come credo in quello di tutti i Senesi con un po’ di amor patrio e altrettanta conoscenza della storia, un posto un po’ speciale, quel posto che fa meritare alla comparsa di Montalcino, tamburino compreso, un ruolo d’onore nella passeggiata storica che precede il Palio. Come forse saprai, a Montalcino sopravvisse la Repubblica di Siena per quattro anni dopo la caduta della citta’ di Siena, grazie ai fuoriusciti che la’ continuarono a battere moneta e a inalberare la Balzana. Fino a quando la pace di Cateau Cambresis del 1559 che cambio’ l’assetto che si puo’ dire mondiale, non spense del tutto le ultime velleita’ dei sopravvissuti.
    E’ solo per questo che mi fa un po’ specie sentir definire Montalcino “un borgo rurale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...