Pane e corteccio

All’ombra del noce una mattina degli anni ’50 c’era Beppe seduto che stava facendo colazione senza mostrare particolare gusto e soddisfazione nel farla.

Gli vien chiesto:” Beppe, che fai?”

” Fò corazione”

“E che mangi?”

“Pane e corteccio” fu la sconsolata risposta.

Erano tempi duri ma la gente era più vera e dotata di spirito, adesso si mangia  pane e ipocrisia.

Questa voce è stata pubblicata in persone. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Pane e corteccio

  1. Gielle ha detto:

    Il noce c’è ancora e qualche fetta di mortadella da mettere in mezzo al pane la si trova, poi è verissimo che il boccone più grosso è pane e ipocrisia, li accanto e intorno al noce ne è piena….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...