Fioritura Sangiovese, oleandri e olivi

L’unica fioritura nella norma è dell’oleandro, che non si mangia, ma se lo si sa accudire i suoi fiori sono bellissimi e intensi.

La fioritura della vite e dell’olivo avvengono in ritardo di almeno venti giorni, fortuna ha voluto che proprio adesso il clima si sia rinfrescato  e i fiorellini invece di cuocere hanno ottime probabilità di alleghire e crescere.

Sull’uva è facile prevere una vendemmia  a metà ottobre, anche se in tre mesi tutto può succedere e qualche fava che per distingursi  inizierà a raccogliere alla fine di luglio lo si troverà sicuramente, mentre per gli olivi questo clima è perfetto per farli star bene.

Il tetto della fabbrica  dei prodotti agricoli è il cielo………. pare ci se ne scordi troppo spesso facendo certi vini tutti uguali fatti con lo stampo da qualche mago del colore e del tannino croccante.

Questa voce è stata pubblicata in campino e olio, fare vino, Fotografie 2010. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...