Onorevoli vitalizi

Sono 498 i deputati contro l’eliminazione del vitalizio che ai Contribuenti costano 150 milioni l’anno (circa 291 miliardi di lire)

Cosa ne dite ? Il giorno 21 settembre 2010 il deputato Antonio Borghesi dell’Italia dei Valori ha proposto l’abolizione del vitalizio che spetta ai parlamentari dopo solo 5 anni di legislatura in quanto affermava cha tale trattamento risultava iniquo rispetto a quello previsto dai comuni lavoratori che devono versare 40 anni di contributi per avere diritto ad una pensione.
Indovinate un po’ come è andata a finire ! :
Presenti 525
Votanti 520
Astenuti 5
Maggioranza 261
Hanno votato sì 22
Hanno votato no 498.

Ecco un estratto del discorso presentato alla Camera dal suddetto deputato :

Penso che nessun cittadino e nessun lavoratore al di fuori di qui possa accettare l’idea che gli si chieda, per poter percepire un vitalizio o una pensione, di versare contributi per quarant’anni, quando qui dentro sono sufficienti cinque anni per percepire un vitalizio. È una distanza tra il Paese reale e questa istituzione che deve essere ridotta ed evitata. Non sarà mai accettabile per nessuno che vi siano persone che hanno fatto il parlamentare per un giorno – ce ne sono tre – e percepiscono più di 3.000 euro al mese di vitalizio. Non si potrà mai accettare che ci siano altre persone rimaste qui per sessantotto giorni, dimessisi per incompatibilità, che percepiscono un assegno vitalizio di più di 3.000 euro al mese. C’è la vedova di un parlamentare che non ha mai messo piede materialmente in Parlamento, eppure percepisce un assegno di reversibilità.
Credo che questo sia un tema al quale bisogna porre rimedio e la nostra proposta, che stava in quel progetto di legge e che sta in questo ordine del giorno, è che si provveda alla soppressione degli assegni vitalizi, sia per i deputati in carica che per quelli cessati, chiedendo invece di versare i contributi che a noi sono stati trattenuti all’ente di previdenza, se il deputato svolgeva precedentemente un lavoro, oppure al fondo che l’INPS ha creato con gestione a tassazione separata.
Ciò permetterebbe ad ognuno di cumulare quei versamenti con gli altri nell’arco della sua vita e, secondo i criteri normali di ogni cittadino e di ogni lavoratore, percepirebbe poi una pensione conseguente ai versamenti realizzati.
Proprio la Corte costituzionale, con la sentenza richiamata dai colleghi questori, ha permesso invece di dire che non si tratta di una pensione, che non esistono dunque diritti quesiti e che, con una semplice delibera dell’Ufficio di Presidenza, si potrebbe procedere nel senso da noi prospettato,che consentirebbe di fare risparmiare al bilancio della Camera e anche a tutti i cittadini e ai contribuenti italiani circa 150 milioni di euro l’anno.

Per maggiori informazioni ecco il link al sito di Borghesi con il discorso:

http://www.antonioborghesi.it/index.php?option=com_content&task=view&id=314&Itemid=35

Non ne hanno datto notizia nè radio, nè giornali, nè Tv OVVIAMENTE.
Facciamola girare noi !!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in italians, persone. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Onorevoli vitalizi

  1. Gielle ha detto:

    mica sono così coglioni di fare gli stessi sacrifici che toccano alla gente normale.
    Ci sarà un motivo perchè tutti vogliano andare in quel posto, ci si stesse male ce ne andrebbe meno.
    E’ così nèèèèè?

  2. davidebonucci ha detto:

    Non c’era bisogno di questa riprova per sapere che ai politici del bene comune non frega uno stragazzissimo di niente. Ma almeno la soddisfazione di odiare Craxi anche da morto non me la possono levare. Magari questi “eroi della patria” si aspettano pure una piazza intitolata, per aver “con solerte abnegazione condotto il suolo italico verso il completo disservizio, il servilismo interessato, usando rigorosi ed iniqui metodi antimeritocratici, curando sempre gli interessi proprio e degli amigi degli amigi, consegnandoci un radioso baratro di debiti pubblici in cui adesso affoghiamo con baldanzoso sprezzo del pericolo e nella gloriosa speranza di essere presto annessi alla Germania”… prrrrrrrrrrrrrr… 😛

  3. Laura ha detto:

    Lo scandalo sono anche le vecchie pensioni a chi onorevole non è più ma si sente sempre onorevole dentro e ne conserva i beneamati privilegi.
    Tanto non muoveranno mai un dito per diminuirsi i costi che ci spettano per mantenerli, meno male c’erano loro a far funzionare l’italia nèèè sennò adesso si sarebbe allo sbando

  4. valerio ha detto:

    quando si tratta di soldi……………….

  5. Andrea Pagliantini ha detto:

    Premetto subito che per quanto mi riguarda il craxismo garofanato è una malattia che ha dato la stura ai peggio comportamenti morali ed etici che anche ora abbiamo ogni giorno sotto gli occhi.
    Chi non frega o annaspa è un bischero…… sono questi i tempi in cui imperano Biondi e Teste Pelate.
    I dipietristi si divertono come matti e incassano consenso cavalcando l’onda della gente piuttosto ruggente verso la casta politica e gli antani ci fa ingoiare e i privilegi si ciucciano allegramente.
    Sanno benissimo che i vitalizi non li tocca nessuno e spendono poco e fanno bella figura promovuendo queste proposte.
    Siano eversivi fino in fondo.
    Li rifiutino.
    Anche agli ex onorevoli con le pensioni prendono sarebbe ora di chiudere un pochino il rubinetto, vediamo se i dipietristi ci pensano.

  6. uberto dubini ha detto:

    La corte costituzionale tanto attenta alla discriminazione
    che il lodo Alfano potrebbe generare fra il trattamento di un cittadino comune e quello del capo del governo,peraltro
    necessario, non si preoccupa di far risaltare la differenza di trattamento che esiste tra i cittadini comuni e i parla-
    mentari eliminando tutti iprivilegi che hanno e che essi
    hanno senza giustificazione come ad esempio il trattamento
    pensionistico?

  7. Andrea Pagliantini ha detto:

    Uberto, hai mai visto nessuno rinunciare ai propri privilegi per il bene comune?
    No di certo, pare un film di fantascenza così messo e in questo paese.
    I cittadini normali sono una cosa, chi conta, gli onorevoli sono altra e se serve una spiegazione la si lascia dire al Marchese del Grillo che in queste cose era particolarmente vispo ed illuminato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...