I luoghi di Montalbano

Sulla carta i nomi sono ricorrenti e noti.

Prendiamo Marinella con casa vista mare che toglie il fiato specie quando è gonfio e pare bussare alla porta per ripararsi dalle intemperie.

E poi Vigata, sede del commissariato e Montelusa capoluogo di provincia con la seggiola di spalle al Gesù salvato dalle acque in cui siede quel bruciore anale del questore Bonetti-Alderighi e del dottor Lattes detto clericalmente Lattes e mieles.

E poi Fiacca, Tindari, Fela, Merfi, Donnalucata la Mannara, Raffadali……. nomi di fantasia dati da Camilleri che nella trasposizione televisiva aprono la bellezza della Sicilia portata nelle case di tutti.

A tal proposito c’è un bel libro che narra i luoghi in cui fra carta e celluloide si muove Salvo Montalbano da Vigata, si chiama appunto i “luoghi di Montalbano” ed è meglio cerchiate notizie qua sopra piuttosto che telefonare per una infomazione a quel rincoglionito di Catarella.

Questa voce è stata pubblicata in libri, luoghi. Contrassegna il permalink.

2 risposte a I luoghi di Montalbano

  1. Pingback: Andrea Pagliantini » Blog Archive » I luoghi di Montalbano

  2. Liz ha detto:

    ‘N jornu ca Diu Patri era cuntenti
    e passiava ‘n celu cu li Santi,
    a lu munnu pinsau fari un prisenti
    e da curuna si scippau ‘n domanti;
    cci addutau tutti li setti elementi,
    lu pusau a mari ‘n facci a lu livanti:
    lu chiamarunu “Sicilia” li genti,
    ma di l’Eternu Patri e’ lu diamanti.
    (Anonimo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...