La tregua

Finita la raccolta delle olive più dura fra i ricordi.

Emotivamente fangosa e fisicamente complessa nei giorni di pioggia nello scivolare di rese percentuali e delle poche ore di raccolta, se non a volte dei minuti fra uno scroscio di acqua e l’altro.

Qualitativamente buona ma non eccelsa non essendo a Montalcino, dove ogni annata è sempre cinque stelle, con ulive gonfie di acqua e olio in generale non consono alla costanza di radici che attraversano con fatica i sassi alberesi dando il meglio di sapore.

L’agricoltura non è un pranzo di gala  e ne traggono profitto infinito loschi buchi neri ne stanno ai margini che grattano olive o vendono olio di fuori per locale.
Nessuna invidia, nessuna sete dei loro averi……. fanno solo schifo.

Energia rinnovata per il prossimo anno a fare meglio senza mai vendere l’anima, mentre adesso ci si occupa di mettere meno grigiore all’inverno nei colori che presto vedrete.

Questa voce è stata pubblicata in campino e olio, Fotografie 2010. Contrassegna il permalink.

7 risposte a La tregua

  1. davidebonucci ha detto:

    La foto nebbiosa è fantastica! 🙂

  2. Francesco Regina ha detto:

    Posso garantine, ma non ce ne sarebbe bisogno, che l’olio è bono bono.
    Per passare l’inverno ho fatto una bella scorta! Bravo Andreone 😉

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    Appena in tempo poi, adesso la stessa oliveta è tutta candida di una coperta di neve che a breve andrò a camminare e fotografare.
    E stasera fagioli e olio novo.

  4. Complimenti Andrea per le foto ma soprattutto per le parole.
    Oggi ho avuto la seconda visita del Corpo Forestale nel giro di 15 giorni, dovevano controllare che avessi apposto la scritta ” prodotto in Italia” sui serbatoi e in etichetta..
    Non basta scrivere che le olive le ho raccolte dal 4 ottobre negli oliveti di Carpineto, Parco dei Puledri e delle Piane tutti a Larino – Molise – Italia e che le ho molite a 5 km dagli oliveti
    Bisogna scrivere “prodotto in Italia” cosa che mi rifiutavo di scrivere, ho spiegato che la mia è una obiezione di coscienza e che gli stessi morsi che mi distruggono ogni volta che vado al supermercato dovrebbero assediare CHI DECIDE COME e CHI controllare.
    Ma purtroppo mi fanno 3000 euri di multa e non posso permettermi questa sfida
    Questi fanno schifo almeno come quelli che “prodotto in italia” lo scrivono a caratteri cubitali e poi miscelano l’inimmaginabile.
    È una questione di coscienza c’è chi ce l’ha e chi l’ha venduta.
    Stasera pure io fagioli e olio novo..con bruschetta 😉

  5. Andrea Pagliantini ha detto:

    I Forestali, a cui voglio bene, farebbero meglio, molto meglio a controllare abusi edilizi e discariche abusive sparse un pò ovunque prima di stare a guardare l’ortografia dei cartellini sulle vasche dell’olio.
    Francesco, lo sai meglio di me.
    Nei supermercati “olio extra vergine” dai due ai tre euro al litro imbottigliati da società parecchio a responsabilità limitata…….. e vengono a guardarti gli errori di ortografia su olio vero prodotto prima che in Italia a Larino.
    E nei cavilli e nell’indifferenza nuotano un mare di puzzolenti soggetti.
    Ma noi giustamente non siamo invidiosi e stasera ottimi fagioli e olio nuovo.

  6. mario ha detto:

    ..ma cosa c’è ”di extra” (nel vero senso della parola)nell’olio a 2-3-e 4 euro ? …o cambiamo le diciture o smettete di prendere ”in giro” i consumatori (e i produttori dell’olio veramente ”extra”)

  7. Andrea Pagliantini ha detto:

    Si parla di olio deodorato, di intrallazzi, di cose fatte con i piedi, mentre chi cura le piante e le rispetta passa da bischero.
    http://archiviostorico.corriere.it/2011/febbraio/25/Ecco_olio_oliva_deodorato_Possibile_co_9_110225001.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...