Salute e Testa Pelata

Dopo una serie di intrallazzi truffaldini, ruberie alla luce del sole e conosciute, persone sacrificate per anni, la storiaccia di armi sequestrate non denunciate persino parecchio  potenti, una persona deficentemente normale era da tempo dietro una grata e invece malgrado questo, la nobile testa di minchia pelata gode persino ottima salute come occhiello di privilegio e corruzione.

Bischerooooooooooooooooooo.

Questa voce è stata pubblicata in Storie di Testa Pelata. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Salute e Testa Pelata

  1. Ric ha detto:

    Ci vuole pazienza di fare le cose con calma e per bene e poi buttiamo la chiave a mare.

  2. Pingback: Andrea Pagliantini » Blog Archive » Salute e Testa Pelata

  3. davidebonucci ha detto:

    L’importante è che i reati non finiscano in prescrizione. Visti i chiari di luna, eh…

  4. ambra ha detto:

    Ric……mi pare che di tempo ne sia passato…
    quanto altro ne deve passare….finchè tutto si dissolva da sè ?
    mah…visto come siamo messi…..tutto è possibile purtroppo.
    Ambra

  5. Marco ha detto:

    Può darsi il testapelata sia solo una piccola ruota in un ingranaggio più grande, altrimenti a quest’ora aveva preso la sedia elettrica.
    Quindi o ha le spalle coperte bene o aspettano per avere un quadro completo della situazione per dare una ripulita generale all’ambiente.
    Sarebbe bellissimo.

  6. Mammamsterdam ha detto:

    Paglia, intanto buon anno alla faccia di chi ci vuol male.

  7. Andrea Pagliantini ha detto:

    Gli scapaccioni gli può dare l’elettricista non finiscono mai in prescrizione e sono sempre disponibili 🙂
    http://andreapagliantini.simplicissimus.it/2008/05/18/
    Che non sia finito dietro la grata è buffo, una persona normale per molto, ma molto meno ci sarebbe da anni, lui invece che ne ha fatte di bigie niente di niente.
    Ha accosti, protezioni, gente gli regge ancora la balla per non finire in un mare di casini di proporzioni immani……… Ric, a me che finisca in gabbbia mi dispiace sul serio, libero e arzillo fa troppo divertire e ne combina ancora una dietro l’altra… gli pagherei volentieri la cauzione per tenerlo libero fosse possibile.
    Buon anno Barbara, ma proprio in un post dedicato a quel bischero dovevi mandarli? 🙂
    E ci sono sempre olivi abruzzesi da mettere in moto, non pensare che me lo scordo…

  8. valerio ha detto:

    ha ha grande Andrea!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...