Domenica era dianzi

Un abbraccio a chi per motivi di salute non è potuto esserci.

Per i ringraziamenti  (che sono tanti) ci sarà modo e tempo per una giornata all’ombra di Vertine scivolata via piacevole piena di mille spunti da ricordare insieme agli ottimi vini presenti, con Antonietta che ha prodotto ricotta e raveggiolo per tutti, insieme alle altre piccole belle cose assaggiate.

Rimane un luogo in cui non si nota il passaggio di chi c’è stato se non nei ricordi che ognuno si porta via, rimane un cumulo di sassi e legni messo insieme da tutti i bambini presenti che pur non conoscendosi, dopo essersi annusati hanno iniziato a grufolare nell’erba, giocare e poi costruire quel piccolo monumento fra gli olivi che rimarrà dove lo hanno eretto .

Sono loro il futuro e promette una bella vittoria lontana da invidie tremende ed egoismi dannati.
Il futuro ha il loro volto sereno, stanco e felice, appoggiato dal sonno nel prato di un’oliveta di un luogo non banale quale è Vertine.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, campino e olio, Fotografie 2011, persone. Contrassegna il permalink.

20 risposte a Domenica era dianzi

  1. Dario ha detto:

    Grazie Andrea per il pensiero.
    A simboleggiare la fatica (e non vi svelo un segreto) mio nonno era uso dirmi “la terra è bassa”. Con piena coscienza posso completare la frase con “e lontana”. Almeno quella che amiamo noialtri.
    Ci rifaremo.
    Ciao, Dario

  2. davide bonucci ha detto:

    Andrea, hai fatto un ottimo sunto della giornata. Il resto è nel non detto, nei silenzi, nei passi attutiti dall’erba, nel sole che ha picchiato forte in fronte, nelle parole degli amici che risuonano ancora in testa. Nel tuo lavoro disinteressato e gratuito. Nel cuore di chi c’era e di chi non c’era ma che vorrà ancora esserci,per il piacere di godere di un luogo e di un gruppo di persone che creano un equilibrio raro.

  3. Gian Marco ha detto:

    I bambini, che si sono divertiti a giocare assieme in quel posto meraviglioso e che assieme hanno costruito un “monumento”, avranno per sempre un bellissimo ricordo che migliorerà anche il loro futuro.

  4. Gregorio Galli ha detto:

    Ciao Andrea! Siamo stati davvero bene. Grazie della magnifica ospitalità!

  5. Rossano ha detto:

    Dico solo una cosa: Che invidia!

  6. silvia brogi ha detto:

    ambiente sereno, familiare e caldo. la sensazione è stata quella di essere andati indietro nel tempo quando la gente godeva delle cose semplici e della compagnia della gente.
    Grazie Andrea !
    Silvia Brogi

  7. bobbe ha detto:

    Grazie per l’invito Andrea, sarà per il prossimo anno…

  8. an ha detto:

    Il guerriero che non molla mai nel suo ombelico del mondo….sono stata molto cogliona……

  9. ag ha detto:

    Grazie di tutto.

  10. Alessio ha detto:

    Andrea, perdonami se mi prolungherò un pochino con quattro o cinque righe in più ma sento la necessità di dare il mio contributo.

    “Seduti ad un tavolo a fare quattro chiacchiere con gli amici,con persone comuni, semplici e raccontare, sorseggiando un buon bicchiere di vino e gustando i sapori d’una volta, la coerenza della vita, come tramandare i valori e le tradizioni donando un sorriso a chi ci penserà in futuro.

    Non sembra ma ciò richiede tempo, pazienza, dedizione, fede. Solo noi dobbiamo essere i primi a credere quanto sia fondamentale educare i nostri figli con la nostra storia”.

    Tutto in un’atmosfera cordiale e informale che ha donato attimi di vita indimenticabili!

    Grazie di tutto !

  11. Alessio ha detto:

    In qualità di portavoce e organizzatore, un grazie particolare da parte del Gruppo “For Crew Only” … fotografando spensieratamente !

    Una giornata all’insegna dei veri valori della vita!

  12. Liz ha detto:

    Sai rendere speciali i momenti più semplici.

  13. Gielle ha detto:

    Quella carretta della prima foto ormai è un monumento di resistenza agli stronzi arroganti che tutto crederebbero possibile.
    Scommetto quando te l’hanno ridata t’hanno detto anche scusa….

  14. Isabel ha detto:

    Spero di poter partecipare a settembre…
    Bonne journée
    Isabel

  15. Andrea Pagliantini ha detto:

    Un ringraziamento a tutti i partecipanti e a quei bambini mescolati fra l’erba e a innalzare quel monumento di pietre.
    L’invidia caro Rossano è sentimento che non attecchisce fra queste piante perchè è qualcosa non appartiene a nessuno dei partecipanti essendo cosa orribile da persone piccine e inutili che si nutrono di scarti e aprono in continuazione il portafogli per vedere quanto ce l’hanno lungo.
    Diciamo ci saranno altre occasioni per rivedersi e se non ci sono si creano apposta.
    Ottima conclusione al post Alessio, quelle parole ci stanno tutte.
    Ora mi riprendo dalla sfacchinata e poi si comincia a pensare al Palio di settembre….

  16. Rossano ha detto:

    Caro Andrea… l’invidia che ho tirato in ballo io era (se mi passate il termine) “figurata”… nel senso che avrei voluto essere tantissimo (e tu lo sai) in vostra compagnia!!!!!!! Ed è per questo che mi è dispiaciuto troppo essere assente (sia a me che alla Silvia) e che non vedo l’ora di poter avere l’occasione per potervi rivedere e “gustare” una bellissima giornata insieme a voi!
    Sull’analisi che hai fatto dell’inviadia non ho niente da aggiungere perchè la penso esattamente come te… anche perchè ritengo veramente impossibile poter partecipare a certi appuntamenti se uno nutre VERAMENTE un sentimento orribile come quello!
    Spero di essere stato chiaro e spero vivamente di poter tornare prestissimo a Vertine!!!

  17. Andrea Pagliantini ha detto:

    LO sapevo perfettamente Rossano di che tinta era vestita la tua invidia e non ha certo i connotati di quella gialla malefica.
    Non preoccuparti, forse anche prima qualcosa ci inventiamo più in piccino e si guarda di portarci anche quell’altro torraiolo in trasferta appena gli è possibile…

  18. Dario ha detto:

    Azzeccato: lo status di “torraiolo in trasferta”, per quanto amaro, mi si confà e lo faccio mio.
    E quanto a rivederci, noi della Torre siamo avvezzi all’attesa.

  19. Andrea Pagliantini ha detto:

    Appena le cose si mettono nel verso giusto si organizza qualcosa per i torraioli in trasferta all’ombra di qualche ulivo sedendo su panche e assaggiando qualcosa..

  20. Silvana Biasutti ha detto:

    Un pomeriggio magico, incontrando tanti vecchi amici, per tacere delle salsicce…
    Grazie Andrea, per avermi fatto conoscere Vertine.

Rispondi a Silvana Biasutti Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...