Vespa

Non Bruno che non ci sarebbe niente da dire, ma  il famoso motorino brevettato il 23 aprile 1946 su progetto dell’ ingegnere aereonautico Corradino D’Ascanio che di li a breve avrebbe cambiato il modo di muoversi e le distanze per tante generazioni di persone.

Con il parabrezza d’inverno poi era ancora più bello andare in perlustrazione dell’ignoto sentiero che ne portava ad un altro e poi un altro e poi un altro ancora che faceva credere di essere dentro il film Cenerentola di Vacanze Romane o, il vespino triller di Caccia al ladro e le generazioni dopo, le fisse di Nanni Moretti.

A volte finiva la miscela e c’era da pintare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Vespa

  1. Stefania ha detto:

    Quanti km hai fatto e quante “brinate” hai preso con la vespina celeste…un monumento!

  2. anna maria ha detto:

    Sembra che sia passato più di un secolo da quando la guidavo anch’io con le gonne al vento!!! (erano gli ultimi anni degli anni 50!!!)

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    La vespina celeste c’è ancora, immatricolata 1984, a breve la rimetto in sesto, ma è poca cosa nei confronti di chi a bordo di una vespa nel 1948 appena ragazzotto piovve a Vertine dalla capitale e si innnamorò di questi luoghi…. Anna Maria ne dovrebbe sapere qualcosa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...