William e Kate

L’ortaggio principe del momento è il cipollotto dell’orto che unito a delle ottime acciughe sotto sale trovate in qualche negozietto in disparte lontano dal circuito turistico, lavate appena sotto la cannella (rubinetto in italiano) e mescolate insieme con abbondanza di olio buono, e con l’uso di pane fresco e bicchiere di rosso, diventano una goduria universale.
Le stesse acciughe se lavate, sfilettate, messe in macerazione con olio e un battuto di aglio e prezzemolo, fanno rinvivire chiunque.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, cose buone dal mondo. Contrassegna il permalink.

14 risposte a William e Kate

  1. mauri ha detto:

    alle 8 di mattina leggere di queste cose fà desiderare che presto arrivi il mezzogiorno!!!!

  2. filippocintolesi ha detto:

    Mezzogiorno? Queste sono proprio le cose da colizione..

  3. mauri ha detto:

    e ora mi sovviene….perche non tagliare le codine di un tenero cipollotto dell’orto su un pugnetto di fagioli bianchi???????

  4. mauri ha detto:

    filippo@ si,ma allora verso le 10….la mia prima col è alle 6!!!!

  5. davidebonucci ha detto:

    Il cipollotto e l’acciuga, finalmente un matrimonio interessante!

    Quante storie per due che si sposano a spese dei contribuenti inglesi… pensa che razza di fessi! 😀

  6. davidebonucci ha detto:

    Ecco, il matrimonio reale è ad un livello di antani tale che in confronto quelli delle scarpe a punta diventano persone (quasi) interessanti! 😉
    Regale pagliacciata reale per pecoroni sospiranti e sognanti! 😀
    Pensare che paghiamo un servizio pubblico per sapere come vestono questi buffoni per la cerimonia e non sappiamo niente, chessò, delle ‘ndrine, degli sporchi affari sulle opere pubbliche, dei reali motivi di tutte le guerre, della gestione dissennata delle nostre risorse ambientali-territoriali…
    Lasciamo stare, mi monta un lupo che la metà basta…

  7. filippo cintolesi ha detto:

    Davide, direi che con i notabili che si ritrova l’Italia, ampiamente strapagati dai cittadini pure i nostri, abbiamo ben poco da dare dei fessi ai Britannici. Anzi, loro possono sempre dire che se li sono ritrovati e che li tollerano (tanto per quel che spostano). Noi invece ce li siamo pure eletti e riconfermati. Non saprei….

  8. filippo cintolesi ha detto:

    Mauri, parlavi di 8 del mattino. Acciughine sotto pesto e un bel condito di verdure ci stanno benissimo come colizione alle 8. Anzi: ci staranno proprio bene proprio domattina, giusto per dare un incentivo all’alzarsi presto per accudire il fuoco che dovra’ cuocere lento lento lento…

  9. mauri ha detto:

    Filippo@cuocere lento lento lento….che cosa??

  10. Silvana Biasutti ha detto:

    da contribuente, preferirei pagare per questi spettacoli un po’ folkloristici, piuttosto che trovarmi a finanziare una legione e mezza di sottosegretari ammolloinacquacaldaocchei, come tocca a noi italiani; almeno quella è una macchina spettacolare che funziona, le nostre sono caccole.

  11. davidebonucci ha detto:

    Capisco mettere tutto nel calderone, ma non confondiamo troppo le acque. Anche noi ci siamo ritrovati a tollerare un sistema democratico corrotto, mi pare. Che comunque ha (in teoria) una sua funzione razionale e ordinatrice. Già mi frega poco di sapere cosa NON fanno i nostri politici (ben poche volte hanno cose davvero interessanti da dire), figuriamoci se mi frega di sapere chi e come ha fatto la scatola che deve contenere le due camicie da cerimonia per il lieto evento del principino (ovvero uno che in vita sua è pagato per non fare niente). Mi chiedo come è possibile che queste cose possano destare un qualche interesse se non dando per scontato che almeno la metà della popolazione mondiale è sostanzialmente decelebrata! E, sia chiaro, la cosa non mi fa piacere, eh…

  12. Andrea Pagliantini ha detto:

    Acciuga e cipollotto, matrimonio indissollubile per l’eternità.
    Di che panni si vestano i principini e della infinità quantità di dettagli i notiziari ci riforniscano mi lasciano del tutto indifferente e lascio tutto in pasto a chi guarda a cazzate del genere scordando dove si è.
    E’ altrsi vero però che noi italiani possiamo ben poco atteggiarci a snob.
    I Savoia come casa regnante escludendo il fondatore dell’Italia unita poco hanno da dire, molto da farsi perdonare o vergognare,avendo scritto pagine immonde della nostra storia.
    Senza andare lontano nel tempo basti epnsare agli effetti della marcetta su Roma, vero colpo di stato con l’avallo del re nano che a suo tempo firmò le leggi razziali e poi di gran lena fuggì lasciando il paese alo sbando per salvare le mele e gli onori.
    Lasciamo perdere la monarchia e i degni eredi che sennò facciamo tardi e mi dilungo troppo.
    La nostra Repubblica sarebbe bellissima non fosse altro per il cialtroneggio e il mercanteggio di posti, seggiole, antri e anfratti visti e rivisti ora e da sempre.
    Gli inglesi hanno tutto il mio rispetto, sono gente cordiale, precisa, intellettualmente viva e se vogliono la monarchia meritano rispetto, che poi guardando i conti, ciò prende un usciere del Quirinale è molto di più della retta del principe di Edinburgo..
    Ma te guarda che movimento di idee partendo dall’acciuga e cipollotto.

  13. Silvana Biasutti ha detto:

    Colpa tua, che nel binomio regale (acciuga e cipollotti) hai incastrato la foto della coppia! Come un dito messo tra moglie e marito…

  14. Andrea Pagliantini ha detto:

    Non è mia intenzione mettere il dito fra moglie e marito, lo faranno giornali e televisioni tutte da qui in avanti per la gioia immensa di lettori e spettatori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...