Ulivo cittadino

Accanto un forno dalle cui finestre alle ore basse della notte nisciva il primo profumo di pane, il primo glicine in fiore, le prime briciole per le formiche di una sera consumata all’aperto, i primi accenni di tavolozze di colore.

Ora zona di assedio edilistico in costruzione e un futuro di rumore, traffico, smog al cui pensiero l’ulivo si intristiva.

E’ stato donato con la premura di un figlio in adozione. Ha messo radici  nell’Oliveta della Cappella dove si vede Vertine  scavando una buca fonda riempita di terriccio buono, bagnato a dovere e coperto di erba verde diventerà paglia che manterrà il terreno fresco per invogliare l’uscita di capillari.
Le operazioni condotte sotto lo sguardo attento del dottor Gighen, gatto socialista craxiano parecchio competente nei lavori.

Questa voce è stata pubblicata in campino e olio, Fotografie 2011. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Ulivo cittadino

  1. Dario ha detto:

    Si vede che siamo in campagna elettorale: il sindaco di Vertine che sovrintende a
    i lavori di piantumazione. La solita politica.

  2. gian paolo ha detto:

    Foto in alto a dx..vedo che la vanga è per mancino ???non ti hanno micca legato la mano dietro la schiena le suore da piccolo? la sinistra è del divolo mi dicevano.
    Ciao GP mancino dipendente e praticante dopo 11 anni di scuola dalle suore,
    P.S. Venerdi 20 passo a trovarti con un amico ti chiamerò per i dettagli.

  3. Ric ha detto:

    Te hai una inventiva fuori dal normale, ma quel gatto craxiano è un vero fenomeno.

  4. Dario ha detto:

    Che politico Gighen: ha accettato la mia richiesta di amicizia su facebook in tempo reale

  5. Andrea Pagliantini ha detto:

    La vanga ha la leva semovente incline al trasformismo per tutte le stagioni, in modo si casca sempre da ritti chiunque comandi e caro Gain Paolo, qui non siamo sinistri, ma sinistrati.
    Io dalle suore non ci sono stato nemmeno per sbaglio ma se capiti da queste parti mi fai piacere e fatti sentire come sai..
    Il gatto Gighen ormai la sa lunga e aspira ad un posto di sottosegretario che ormai non lo si nega a nessuno, è indeciso se ne luoghi farci un casinò con l’accento o un casino senza accento, in ogni caso visto chi ci sta bazzicando,vanno benissimo tutti e due gli usi.
    Che ora si sia anche iscritto a feisbuc è puro narcisismo dopo il corso di coltivazione dei garofani socialisti.

  6. mauri ha detto:

    per una che fà raccolta di elefanti non resta che farsi adottare dalla contrada!!!

  7. Andrea Pagliantini ha detto:

    Si Mauri, la Contrada della Torre è nel tuo destino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...