La porta del panello con l’uva impastato sull’asfalto

Nemmeno al Circo Orfei si vedono questi numeri.

Vigne con dodici chicchi d’uva ad ettaro  che devono produrre gli stipendi a diversi ingordi che nella supponente imperizia li caratterizza, quando non si fanno bruciare vigne dal trinciaerba, sanno ribaltare un carrello (carico di cassette piene dell’esigua uva) in salita su una strada asfaltata pulita di ostacoli come un panno di biliardo.
Prove di panello con l’uva ribaltato sull’asfalto e raccolto a colpi di pala e spazzolone e  il fatto di non aver capito che l’agricoltura non è un pranzo di gala a base di ostriche e caviale, se certe esibizioni circensi si riducono spesso in tremende figure.

Da bischeri.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in La Porta di...... Contrassegna il permalink.

10 risposte a La porta del panello con l’uva impastato sull’asfalto

  1. alessandro ha detto:

    A questi gli ci vuole l’esorcista, ma di quelli bravi perchè sono dei veri fenomeni.

  2. Mario ha detto:

    Un infortunio del genere può capitare nella concitazione della raccolta e nei tempi stanno fra portare l’uva alla cantina con la gente ferma a raccogliere, però in un tratto di strada come si vede nelle foto, bisogna ingegnarsi per ribaltare un carrello carico.
    Ma questi sono pluri recidivi e superano anche l’immaginazione.

  3. Laura ha detto:

    Se ribaltavano sotto un noce facevano direttamente il pan dei santi.

  4. angelica ha detto:

    Credo tu stia dicendo di gente impreparata, incompetente, prezzolata e soprattutto gente che non ama la terra.Angelica

  5. Ci ha detto:

    Gente prezzolata e che non ama terra e luogo dove operano sicuramente, e farebbero meglio a darsi all’uncinetto che farebbero molti meno danni

  6. Ric ha detto:

    Infortuni possono accadere quando si è a fare cose e non c’è da stupirsene più di tanto se accadono, però basta non si faccia male nessuno.
    Qui però si è perseveranti e supponenti al massimo, c’è un impegno maniacale a voler passare da bischeri con il mondo intero, o forse si è totalmente incompetenti e questo spiega tante cose.

  7. Rossano ha detto:

    Io non sono un agricoltore e non sono avvezzo a guidare il trattore… ma sinceramente non credo di riuscire (nemmeno se mi ci impegno parecchio) a fare una cosa del genere… bha… non ho parole… beati loro che gli avanza!

  8. Gielle ha detto:

    Anche loro non sono agricoltori e neanche si sa bene che siano e come facciano ad essere bischeri in questa maniera, però questo è un buon sistema per dire all’americano di comprare un elicottero per il trasporto dell’uva.
    Allora si che si ride 🙂

  9. an ha detto:

    Finchè non fanno male a nessuno sono pure simpatici, poi quando vogliono militarizzare un territorio, riempirlo di cemento e arroganza, svilirlo di pura speculazione per andarse a fare dani da un’altra parte, beh, il discorso cambia e meritano solo il letame si sono costruiti intorno.
    Minchioni.

  10. Andrea Pagliantini ha detto:

    Senza dare troppa enfasi all’accaduto, essendocose possono succedere a chi è eccitato dalla vendemmia e dalla bramosia di fare presto, non ne farei un grosso dramma dato che per fortuna non si è fatto male nessuno se non l’esigua prodotta da povere viti.
    Semmai è la lunga serie di eventi ed infortuni glaciali che hanno questi soggetti a preoccupare e sperare di non cadere mai in quella spirale di destino cinico e baro per non usare il vero nome di cosa è: incompetenza e scarso rispetto per il luogo in cui si è.
    Bischeri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...