Stracciatella di daino

Le impronte dei passi a saltelli di una lepre, quelle più profonde e impulsive di un cinghiale, le appena percettibile zampette di uccelli e le ditate col graffio di fagiano, il flemma britannico di mamma daino a passeggio.
Un mare di neve, un immenso gelato di panna montata dove le scaglie di cioccolata ce le mettono i daini.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in campino e olio, fotografie 2012. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Stracciatella di daino

  1. Elisabetta Viti ha detto:

    Con le tue foto di “panna montata”,ci porti in un mondo magico,fatto di segni e indizi di presenze nascoste,evocate da tante favole che forse,non incantano piu’ i bimbi…grazie, Andrea…E la “stracciatella” mi ricorda la mia mamma,che la preparava con amore,da mettere nel brodo caldo..( ma usa ancora?!…)…sapori antichi di gente d’altri tempi e di carattere…un saluto Elisabetta

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    Sarà trent’anni non rivedo una stracciatella nel brodo o chi ci versa un poco di vino rosso.

  3. andreapac ha detto:

    Che bello dalle tue parti, qui solo impronte di ominidi e di spauriti pettirossi,
    gli ominidi di due specie, con tacco e con cararmato.
    Per fortuna non lasciano feci am solo spaurite pisciate,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...