Gatò di salsiccia

Non è chiaro se sia la versione francese del “coniglio in umido” cotto ai militari della Brigata Friuli dislocata in zona subito dopo la Liberazione, ma ad occhio questo appare come un multistrato di patate, gorgonzola, parmigiano, salsiccia e due uova sopra cotto al forno venti minuti, piatto leggero adatto per chi sta a dieta.
Monti permettendo, i gatti di oggi  possono dormire sonni tranquilli.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, cose buone dal mondo, fotografie 2012. Contrassegna il permalink.

21 risposte a Gatò di salsiccia

  1. Elisabetta Viti ha detto:

    ..mica tanto leggero!…hai un’idea distorta della dieta…Magari poter mangiare le patate!..e tutto il resto…Elisabetta

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    Diventa leggero se si pensa che sia un piatto unico.

  3. Elisabetta Viti ha detto:

    …davo x scontato che era un piatto unico!…e’ gia’”carico” senza le uova…figurati dopo!..conoscerei volentieri il “tuo” dietologo…un saluto Eli

  4. mario ha detto:

    …con che cosa s’innaffia? con un rosso ”leggero” o ”un bianco giallo pesante stupendo” ?

  5. Andrea Pagliantini ha detto:

    Ma secondo te un Sangiovese nostro ignorante ma bono ci starebbe male?

  6. Ci ha detto:

    La foto del coniglio (gatò) si lecca i baffi davanti a quella prelibatezza è divertentissima.

  7. Dario ha detto:

    il soriano ritratto non mi pare gighen, giusto?

  8. Liz ha detto:

    Sul coniglio meglio sorvolare 😉 un gatò da leccarsi i baffi, almeno è quello che leggo nella faccia del gatto.
    A volte arrivano delle notizie inattese che lasciano senza capire nulla. Scusami Andrea se faccio riferimento all’improvvisa scomparsa di Lucio Dalla, questo post non c’entra nulla, lo so.
    Ma la sua assenza lascia un vuoto nella musica italiana, e un altro grande se ne va.

  9. mario ha detto:

    il sangiovese con un po’ di bianco di malvagia ..lo puoi prendere anche a digiuno..

  10. Silvana Biasutti ha detto:

    Riquoto mario@ (già fatto in un precedente post) i suoi commenti collimano con i miei sentimenti; e Liz@, per Lucio Dalla (che una delle mie gemelle quand’era bimba chiamava Lucio Dallas) colonna sonora dei miei viaggi e autentico profeta con la sua canzone (riascoltatevela) “Caro Amico ti Scrivo”: ripeto, profetica. Addio Lucio come mi spiace!

  11. mario ha detto:

    grazie Silvana,è solo quel poco che ho capito e che mi hanno insegnato…magari quel giorno in cui sarà eletta …mi tenga presente x fare ”l’assistente aggiunto al suo portaborse”.:-):-)

  12. Andrea Pagliantini ha detto:

    @ Dario
    non è Gighen il gatto delle foto, anzi, sono due.
    Il leccatore si chiama Nero, il freddoloso Cecchi Gori.

    @ Mario
    La Silvana è una mina vagante e pensante, per questo nei palazzi che contano la vogliono fuori dagli zebedei………… oltre a non volerci andare lei mmolto saggiamente.

  13. mario ha detto:

    era una battuta e basta però c’è bisogno ”di vera gente”!

  14. Andrea Pagliantini ha detto:

    Gente vera allo stato attuale sta lontano da quelle stanze specie se si hanno idee da portare avanti che si devono poi scontrare con la voracità dei compromessi.
    Al momento la mediocrità generale del paese è ben rappresentata e in futuro per non essere complice ma partecipe credo farò una grossa X da lato a lato per dire io ci sono ma voi non mi garbate.

  15. Silvana Biasutti ha detto:

    Adoro essere una mina vagante…e per confermartelo, caro Andrea, va a leggere là, dove tu sai!

  16. Andrea Pagliantini ha detto:

    E’ meglio rimani una mina vagante che passare giornate a dover sopportare l’uggia inutile dei compromessi.
    E si dice a tutti dove ti si legge.

  17. SIlvana Biasutti ha detto:

    Troppo buono e OCCHIO alle MINE!

  18. Elisabetta Viti ha detto:

    …e invece ci vorrebbero delle “mine” vaganti e pensanti nei Palazzi…”mine ” pronte a esplodere se occorre,x ripulir le stanze…”mine” autorevoli,sostenute dalla gente x bene…che finalmente sta aprendo gli occhi e si sta svegliando dal lungo torpore mentale…Voto Silvana!!!…Un saluto a tutti Elisabetta

  19. Andrea Pagliantini ha detto:

    “Che ognuno paghi per quello che ha fatto di male”
    Parole sante Elisabetta, parole sante.

  20. mario ha detto:

    ..premiamo ed esaltiamo anche chi ha fatto del bene ..non dimentichiamolo..!

  21. Elisabetta Viti ha detto:

    Si,Mario,certamente.Chi lavora bene va premiato e deve essere d’esempio e stimolo x gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...