Lucio Dalla

L’anno che verrà si porta via una voce immensa che avrebbe festeggiato il compleanno fra pochi giorni, il 4 marzo 1943.

Si ricorda per le sue canzoni, le sue stravaganze, la sua bravura.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in persone. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Lucio Dalla

  1. Bruno ha detto:

    ricordiamolo così:… … la cosa eccezionale, dammi retta, è essere nornale..

  2. Liz ha detto:

    “Ah si, e’ la vita che finisce ma lui non ci pensò poi tanto
    anzi si sentiva felice e ricominciò il suo canto”.

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    Una struggente malinconia accompagna il corso del 2012 per la perdita di persone più o meno famose ma certamente non sostituibili.
    Prima il Maestro Gambelli, altri, poi Lucio Dalla…..
    Solo le teste di cazzo non muoiono mai.

  4. SIlvana Biasutti ha detto:

    Un anno da fine del mondo, davvero… ma forse è solo il ‘cambio di stagione’.

  5. Elisabetta Viti ha detto:

    …forse,…so solo che nel mio piccolo ,sto andando all’obitorio con cadenza settimanale,dividendomi fra Arezzo e Siena….La morte non mi spaventa,come a molti…ma si creano strane dinamiche nei presenti alla veglia,quando una vita si conclude…Meraviglioso il libro di Concita De Gregorio,”Cosi’ e’ la vita”,x imparare a dirsi addio…un saluto

  6. mario ha detto:

    ..o dirsi ”arrivederci”..prima o poi ..

  7. Liz ha detto:

    Preferisco anche io dire “arrivederci”. Un altro libro molto bello è “La fine è il mio inizio” T. Terzani. E’ impressionate la serenità con cui accetta l’idea di morire.

  8. mario ha detto:

    …e perchè non si deve accettare e/o essere sereni…?

  9. Elisabetta Viti ha detto:

    …si Mario,…Forse e’ solo un “arrivederci”,…

  10. Valerio ha detto:

    Un altro grande è partito , resterà con noi con le sue opere !!!

  11. Andrea Pagliantini ha detto:

    Ma che questa ondata di pessimismo leopardiano della miglior morte?
    Si sa che ci tocca e non c’è da farne un dramma, semmai conta come si siariempito quel piccolo spazio ci è concesso si chiama vita.
    Stamani pensavo a Lucio Dalla, o a un’ artista in genere, un pittore, uno scrittore ecc. ecc gente di arte e di intelletto che dietro se lasciano una traccia indelebile nelle future memorie che gli sopravviveranno.
    Ma chi si occupa di terra, cultura alimentare e di paesaggio una volta scomparso dopo di lui non restano che pruni, macchie, ginestre e abbandono se nessuno raccoglie il testimone e lo ritrasmette.
    Non so neanche dove porta questo ragionamento, solo a un senso di tristezza infinita se a quanto ci è stato lasciato non si riesce a garantire un galante presente e futuro.

  12. mario ha detto:

    …e credi se abbiamo ancora un po’ di terra coltivabile non sia opera di chi ha detto ”arrivederci”..loro ce l’hanno lasciata e a sua volta ricevuta e così via…il buon senso ha vinto quasi sempre ..qualcuno i pruni ,prima o poi li ha estirpati..tu non crederai ”alla provvidenza” ..io sì!

  13. Elisabetta Viti ha detto:

    ..io credo che quando si opera con amore,nel senso che si agisce,si lavora con passione,si lascia un segno importante..che resta visibile nel tempo e si rivela ad occhi sensibili che “sanno” leggerlo…Una vigna curata con amore,come ulivi potati da chi opera con umilta’ assorbono questa energia.E la rendono nel tempo e nel prodotto. Una casa ben costruita,si percepisce abitandola x l’energia positiva che trasmette.E rendera’felici le persone che la abitano anche a distanza di anni.Bisogna valorizzare e proteggere quello che ci e’stato donato e restituirlo migliore.Elisabetta

  14. Elisabetta Viti ha detto:

    E se anche,dopo tanto lavoro,non c’e’ nessuno che manterra’x il futuro,ritorneranno i pruni e le macchie…E la vegetazione riprendera’ cio’ che le e’ stato tolto,in un continuo susseguirsi di cicli e ricicli naturali..

Rispondi a SIlvana Biasutti Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...